LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 184 del 3 dicembre 2016
Oggetto: LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 184 del 3 dicembre 2016
Data invio: 2016-12-03 15:54:28
Invio #: 186
Contenuto:

 

logo  brambilla con
.
1

[DATE]

La notte prima degli esami
Eccoci arrivati al fatidico giorno dell'esame di maturità. La materia assegnata è Diritto Costituzionale. Oggettivamente assai ostica anche per i più secchioni, figuriamoci per chi durante l'anno si è giustamente occupato di tutt'altro per guadagnarsi la sufficienza (e la pagnotta). La via d'uscita più semplice è quella di cercare di parlare d'altro, sperando di convincere la Commissione giudicante a colpi di dialettica tagliente e mostrando grande sicurezza di sé. Il rischio è quello di buttarla esclusivamente in politica e quindi andare fuori tema. Pare però che in questa sessione saranno in molti a comportarsi così: del resto leggersi 47 articoli (e qualche manuale) è fatica mal ripagata. Al massimo si studia sui bigini. Poi si fa il tema turandosi il naso.

Le luci del grattacielo
Ieri sera la Lega l'ha combinata grossa, facendo comparire sulla facciata di Palazzo Pirelli la scritta NO. È stata una provocazione, irriguardosa verso le istituzioni e dannosa alla credibilità della Regione stessa. Ho subito stigmatizzato quanto avvenuto, e chiederò alla Presidenza di prendere misure contro gli autori di questo gesto inconcepibile. Spero che sia l'occasione per abbandonare per sempre l'idea di utilizzare il grattacielo per qualsiasi messaggio. Dalle polemiche che si sono immediatamente scatenate è risultato evidente come a fare le spese di questi sciocchi prepotenti siano soprattutto quelli che, come il sottoscritto, hanno fatto la scelta di difendere, in questa campagna referendaria, l'autonomia regionale finendo col trovarsi con qualche cattiva compagnia. Ma considerando qualche insulto ricevuto, anche dall'altra parte ho notato non esserci solo gentiluomini.

La settimana in Regione
La I commissione ha licenziato il Bilancio di previsione per il 2017 coi provvedimenti connessi (Stabilità e Collegato). Il voto in Consiglio è previsto per il 21 dicembre. Di qui ad allora si potrebbero avere modifiche anche rilevanti, innanzitutto perché è ancora aperta la trattativa col Governo sui tagli previsti a livello centrale. Sono poi da recepire anche alcune delle novità emerse con la firma del Patto per la Lombardia, in particolare sul finanziamento di Pedemontana. Tra le vicende salienti della settimana oltre allo sbigottimento di fronte al caso delle morti sospette all'Ospedale di Saronno, sono da segnalare due altri fatti, sempre riguardanti il settore della sanità: le dimissioni del Direttore dell'Agenzia dei controlli e l'annuncio dell'Assessore Gallera di una prossima parziale riduzione dei ticket sanitari.

Train de vie
Già in precedenti occasioni ho segnalato la fuga da Palazzo Lombardia di molti pezzi grossi, cui Maroni aveva affidato la guida di settori importanti della macchina regionale. Il primo era stato Andrea Gibelli, segretario generale e braccio destro del governatore, andato a dirigere Ferrovie Nord Milano. Il suo successore, l'avvocato varesino Giuseppe Bonomi, è durato anche lui pochi mesi. Ora è ad Arexpo. Il numero uno della sanità, Walter Bergamaschi, la scorsa primavera ha preferito l'Università Statale, lasciando orfana la neonata riforma. Che in settimana ha perso un altro interprete: il direttore dell'Agenzia di controllo, Andrea Mentasti. Manco a dirlo anche lui viene da Varese e fugge alle Ferrovie pugliesi (l'irresistibile passione leghista per i treni). Nella pratica professionale l'abbandono dei manager è uno dei segnali che porta il revisore attento a dubitare della continuità aziendale. Che sia un campanello d'allarme per la giunta Maroni?

Turismo in Lombardia
In IV commissione è stato presentato il rapporto sullo stato del turismo in Lombardia, uno dei comparti più positivi anche in questi anni di crisi. Dal 2000 ad oggi infatti gli arrivi nella nostra Regione sono quasi raddoppiati, con una crescita di molto superiore a quella nazionale. Il 2015 ha ovviamente molto beneficiato dell'effetto Expo. Tra gli stranieri il maggior numero di pernottamenti riguarda i tedeschi, seguiti da olandesi ed inglesi. Il mercato extraeuropeo rappresenta circa un quarto, in tendenziale crescita, soprattutto da Stati Uniti e Cina, in diminuzione i giapponesi. A fronte della crescita del turismo d'arte e di quello lacuale, soffre quello montano, maggiormente colpito sia dalla crisi che dal cambiamento dei comportamenti di consumo e del clima. Le strutture ricettive in Lombardia sono 7867, con quasi 350.000 posti letto. Tra gli elementi di minor soddisfazione dei turisti sono il rapporto qualità-prezzo, la tutela ambientale, le informazioni e la segnaletica, ed il decoro urbano. Per sostenere lo sviluppo del settore la Regione ha ridefinito la missione di Explora, trasformandola in Agenzia regionale di destination management ed ha lanciato il programma “in Lombardia”. Tutte buone cose, ma se non matura un uso più responsabile del nostro territorio, delle sue risorse e della mobilità rischiamo di dilapidare un prezioso patrimonio.

Bandi regionali
Interventi volti a migliorare la qualità della vita delle famiglie e delle persone anziane con limitazione dell'autonomia (Decreto 12405 del 28/11/2016)
Scadenza: 3 gennaio 2017  VEDI DECRETO
Bando 2016 Tempi e orari delle città - LR n. 28/2004 (D.g.r. 18 novembre 2016 - n. X/5806)
Scadenza: 19 dicembre 2016 VEDI DELIBERA
Contributi a eventi di rilievo regionale - Legge regionale n. 50/1986 (Decreto n. 11554 del 14 novembre 2016)
Scadenze: entro il 30 novembre precedente, per le iniziative che iniziano nei mesi di gennaio, febbraio e marzo; entro il 28 febbraio precedente, per le iniziative che iniziano nei mesi di aprile, maggio e giugno; entro il 31 maggio precedente, per le iniziative che iniziano nei mesi di luglio, agosto e settembre; entro il 31 agosto precedente, per le iniziative che iniziano nei mesi di ottobre, novembre e dicembre. In via transitoria, la domanda di contributo per le iniziative e le manifestazioni che inizieranno nel periodo 1 gennaio - 31 marzo 2017, dovrà essere effettuata dalle ore 10.00 dell’1 dicembre 2016 fino alle ore 12.00 del 30 dicembre 2016. VEDI DECRETO  VEDI ALLEGATO

Enrico Brambilla

www.enricobrambilla.it       

A protezione della tua privacy:
 
1
.