LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 188 del 14 gennaio 2017
Oggetto: LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 188 del 14 gennaio 2017
Data invio: 2017-01-14 15:28:00
Invio #: 190
Contenuto:

 

logo  brambilla con
.
1

[DATE]

Al lavoro
Immigrazione, Terrorismo, Disoccupazione: quale dei tre problemi è il più destabilizzante per l'Europa? Alla domanda rivoltagli da Massimo Franco in una bella intervista sul Corriere il premio Nobel 1999 per l'economia, l'indiano Amartya Sen, ha risposto rilevando le interrelazioni tra questi fenomeni ma soffermandosi poi in modo particolare sul terzo. L'inclusione sociale attraverso il lavoro è la sfida fondamentale per le nostre democrazie, condizione per la loro tenuta anche nell'affrontare le altre grandi questioni. Il diritto al lavoro, l'affermazione della sua dignità, costituiscono la ragion d'essere della sinistra. Per questo sarebbe un errore esiziale se essa dovesse finire per spaccarsi nuovamente in primavera sui due referendum ammessi dalla Corte Costituzionale. Al di là dei contenuti specifici in questo caso è fondamentale ritrovare una proposta comune. Qui ci giochiamo il futuro.

La settimana in Regione
La ripresa delle attività regionali è iniziata con la conferenza dei capigruppo che ha programmato i lavori del trimestre. Tra i progetti di legge più significativi che arriveranno prossimamente in aula segnalo quello sul Fattore famiglia lombardo, proposto da Lombardia Popolare (ex NCD), la cui trattazione è prevista per il 31 gennaio. La Lega ha già annunciato però forti riserve verso un provvedimento che teme finisca per favorire le famiglie extracomunitarie con tanti figli. La seduta di Consiglio ha visto respingere la proposta di SEL di destinare l'ex campo base di Expo all'accoglienza dei profughi. Non c'è stato tempo invece per discutere della richiesta PD di aprire le stazioni di notte ai clochard per fronteggiare l'emergenza freddo. Ho quindi scritto a Maroni chiedendogli di far sua l'iniziativa. La risposta, tramite agenzie, è stata pilatesca: lo farò se il Consiglio lo vorrà. Peccato che intanto i giorni passino ed il rischio di arrivare troppo tardi sia ormai certezza.

La monetina
Il mio lancio della monetina verso i banchi della Lega ha suscitato più interesse di qualsiasi altra cosa abbia fatto in ormai quasi sette anni di presenza in Regione. Le cose sono andate così: al termine di tre giorni di discussioni accese sul bilancio, con la solita protervia della maggioranza nella gestione dell'aula, la Lega, contravvenendo le intese intercorse ha imposto la votazione fuori ordine del giorno dell'ennesima mozione anti-moschee. La minoranza ha abbandonato temporaneamente la seduta in segno di protesta. Al rientro per registrare la presenza, siamo stati accolti da un coro canzonatorio “gettone, gettone”. Ho quindi cavato di tasca la moneta e l'ho lanciata in aria, in direzione del gruppo leghista. Il 50 centesimi ha colpito il capogruppo della lista civica maroniana, il cui comunicato stampa è stato poi ripreso da diversi giornali. La vicenda si è comunque conclusa senza altri strascichi martedì, con le mie scuse per un fallo di reazione (e per la scarsa mira).

Trasporti in Provincia
Domenica scorsa in molte province sono stati rinnovati i consigli provinciali. In Lombardia hanno votato gli amministratori di Brescia, Como, Lecco e Monza Brianza. Il centrosinistra ha mantenuto la maggioranza ovunque, tranne a Lecco dove è finita in pareggio. A Monza e Brianza il risultato di 10 a 6 conferma a PD ed alleati la guida di un ente in grande difficoltà economica. La carenza di risorse è già costata rinunce dolorose, ad esempio sui nuovi edifici scolastici. Ora è la volta di un'altra funzione fondamentale: i trasporti. Non avendo soldi per garantire tutti i servizi è stato annunciato il taglio di due corse autobus. Per scongiurarlo è necessario uno sforzo comune di Regione e Governo. Ma, soprattutto, bisogna finirla con la demagogia che da tempo accompagna ogni discorso sulle province. Se si mantengono in vita devono essere messe nelle condizioni di assicurare i servizi essenziali.

Ambulanti in gara
Nel corso del 2017 i comuni dovrebbero mettere a gara tutte le piazzole per i mercati ambulanti. Lo prevede la legge nazionale di recepimento della Direttiva Bolkestein. Le principali organizzazioni di rappresentanza della categoria hanno promosso un'intesa, sancita poi dalla conferenza Stato-Regioni, per attenuare le conseguenze sulle attività già esistenti, prevedendo in sede di prima applicazione una serie di misure di garanzia per gli attuali titolari di concessione. Questa intesa è oggetto di opposta contestazione: da un lato da parte di sindacati autonomi che rivendicano la totale estraneità di questa attività dalla direttiva europea, dall'altro dall'Autorità garante per la concorrenza che viceversa ritiene insufficienti le liberalizzazioni. Il Governo, su richiesta dell'ANCI, ha inserito nel decreto “mille proroghe” il rinvio della disciplina a fine 2018. In Regione è arrivato il diktat di Salvini di bloccare tutto. L'asse Lega-5 Stelle è stato però sconfitto da un'inedita cordata PD-SEL-NCD-FI a sostegno di una più realistica azione di affiancamento ai comuni per gestire al meglio questa situazione intricata, in attesa della conversione del decreto.

Diario della crisi: aggiornamento Linkra/Compel
Il primo incontro in sede ministeriale, il 9 gennaio scorso, non ha avuto purtroppo esiti positivi per i 469 dipendenti del gruppo Linkra/Compel, attivi nei due stabilimenti di Cornate d'Adda ed Agrate. La società interessata all'acquisto (la francese Cordon Group) si è presentata infatti solo con avvocati ed in veste di uditori. A detta dell'attuale proprietà, l'offerta di acquisto, ancora non vincolante, riguarderebbe per ora solo 140 lavoratori. Per gli altri 329 la prospettiva è qualche mese di cassa integrazione e poi il licenziamento. Nel frattempo risultano non pagati gli stipendi da novembre ad oggi, tredicesima compresa. È stato convocato un nuovo incontro a Roma per il prossimo 19 gennaio, con la speranza che gli investitori presentino un piano industriale. Solo a seguito di questo le istituzioni chiamate in causa (Governo e Regione) potranno valutare quali strumenti mettere in campo per evitare le drammatiche conseguenze che si stanno profilando.

Come risparmiare sul bollo auto
A partire da quest'anno è possibile per i contribuenti lombardi pagare il bollo auto tramite la domiciliazione bancaria, ottenendo una riduzione del 10% del dovuto.
Si tratta di una misura introdotta dalla Regione con lo scopo da un lato di semplificare e agevolare il contribuente, dall'altro di avere certezza e tempestività nell'incasso del tributi, con la diminuzione dei contenziosi e dei costi di gestione. Per chi volesse beneficiare vi rimando a questo link in cui sono contenute tutte le informazioni.

Bandi Regionali
Contributi per la realizzazione di "Progetti finalizzati alla promozione e pratica sportiva" (Decreto n. 13604 del 20/12/2016)
Scadenza: da martedì 31 gennaio 2017 (a partire dalle ore 10:00) fino a giovedì 2 marzo 2017 (entro le ore 16:00) VEDI DECRETO VEDI ALLEGATO
Fondo di rotazione sale di spettacolo (Decreto n. 13809 – 22/12/2016)
Scadenza: a partire dal 16 gennaio 2017 alle ore 10.00 fino al 12 aprile 2017 alle ore 16.30  VEDI DECRETO
Bando Lumen - contributi per migliorare l'efficienza energetica degli impianti di illuminazione pubblica (D.d.u.o. 10 novembre 2016 - n. 11432 )
Scadenza: 28 aprile 2017 entro le ore 12:00 VEDI DELIBERA  VEDI BANDO  VEDI DECRETO

Appuntamenti
Martedì 17 alle 21 assemblea cittadina PD Vimercate; sabato 21 alle 9.30 a Monza assemblea PD Monza Brianza.

Enrico Brambilla

www.enricobrambilla.it  

A protezione della tua privacy:
 
1
.