LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 228 del 18 novembre 2017
Oggetto: LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 228 del 18 novembre 2017
Data invio: 2017-11-18 15:25:45
Invio #: 231
Contenuto:

 

logo  brambilla con
.
1

[DATE]

Il palo di Darmian
La mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali di calcio è conseguenza di una serie di errori ampiamente esaminati durante tutta la settimana appena trascorsa. Come in tutte le vicende umane alle cosiddette “cause di fondo” si sovrappongono poi gli episodi, spesso decisivi. I pochi centimetri che hanno fatto sì che il tiro del nostro terzino sbattesse sul palo anzichè finire in rete separano gloria e vergogna. Lunedì, poche ore prima del dramma nazionale si è tenuta la Direzione del PD, cui spettava cercare di evitarne un altro ancor più pesante: la sconfitta alle urne. Il primo tempo si è chiuso richiamando dalla panchina uno dei nostri ex-bomber: Piero Fassino. Centravanti di razza anche se un po’ arrugginito cui spetta il compito arduo di rimettere insieme una squadra. Troppo tardi, forse: le occasioni vere sono già state sciupate, l’ultima con la pessima legge elettorale. Eppure io tifo perchè stavolta la palla entri: passi pure un’estate senza Italia ai mondiali, ma col duo Salvini-Berlusconi rischiamo una retrocessione definitiva.

La settimana in Regione
Sono state approvate due nuove leggi regionali, a larga maggioranza la prima ed all’unanimità la seconda. Una contiene “disposizioni per la tutela delle persone sottoposte a provvedimenti dell’autorità giudiziaria”, e si è resa necessaria per adeguare le azioni regionali alle nuove normative in ambito sanitario, socio-sanitario, di istruzione e formazione. Lo scarso interesse della maggioranza ha permesso l’approvazione a sorpresa di qualche emendamento migliorativo, in un provvedimento nel complesso positivo anche se poco finanziato. Piena condivisione, invece, sulla legge che dispone l’adozione di clausole sociali nei bandi regionali. Viene così rafforzata la tutela nei confronti dei lavoratori “uscenti” in caso di cambio del soggetto appaltatore.

Tirocini
Regione Lombardia non ha ancora recepito le nuove linee guida in materia di tirocini approvate il 25 maggio scorso dalla Conferenza Stato-Regioni. Per questo ho presentato un’interrogazione cui ha risposto in aula la Giunta, assicurando che provvederanno in tempi brevi. In ogni caso ormai non sarà rispettato il termine di sei mesi precedentemente fissato. L’urgenza dell’adozione di nuove linee guida sta principalmente nella possibilità di rafforzare la vigilanza sulla qualità e genuinità dello strumento, anche per far emergere eventuali fittizie forme di lavoro subordinato. Altro aspetto migliorabile è quello retributivo, come fatto ad esempio nel Lazio dove dal 1 ottobre scorso il compenso minimo è salito ad 800 euro e la durata massima fissata in sei mesi.

I tempi lunghi di Finlombarda
Con un’altra interpellanza ho invece sollevato il tema dei ritardi nell’erogazione alle imprese dei contributi assegnati da Finlombarda, la finanziaria ‘in house’ di Regione Lombardia. Le numerose segnalazioni ricevute sono state confermate dai dati forniti dall’assessore Garavaglia, che ha dovuto ammettere lunghi tempi di attesa, in alcuni casi superiori addirittura all’anno. La situazione è motivata principalmente con l’indagine giudiziaria avviatasi lo scorso marzo da parte della Guardia di Finanza che ha portato alla revisione di alcune procedure interne ed al riesame di alcune richieste già deliberate. Ora la società si è data l’obiettivo di istruire tutte le domande pervenute alla data del 10 settembre entro il corrente anno. Ben lungi, ancora, dalla conclamata efficienza lombarda.

La delegazione
La pattuglia lombarda che tratterà l’autonomia con Roma è composta da due membri ‘istituzionali’: il Presidente del Consiglio Cattaneo ed il Presidente della II Commissione Malvezzi; due designati dalla maggioranza: Romeo (Lega) e Galli (Lista Maroni); due designati dalle minoranze: Fiasconaro (M5S) ed il sottoscritto. Sono stati definiti tre tavoli di trattativa, ciascuno con diverse materie da trattare. A Milano si parlerà di istruzione, rapporti internazionali e con l’Unione Europea, grandi reti di trasporto, previdenza, coordinamento della finanza pubblica. A Bologna invece si discute di ambiente, commercio estero, lavoro, ricerca scientifica, salute. Le restanti 13 materie sono sul tavolo romano. Che gran parte della sostanza si affronti a Bologna suona come un evidente ridimensionamento delle velleità lombarde. Sono convinto che la nostra denuncia dell’inutilità del referendum, unita al riconoscimento delle ragioni dell’autonomia, abbia contribuito a riportare il discorso in un alveo corretto. Anche se ormai non si potrà combinare granchè: tanto rumore per poco o nulla.

Bandi regionali
L.r. 23/99- Interventi a favore delle persone disabili o con disturbi specifici dell’apprendimento per l’acquisizione di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati - anno 2017 (Decreto 13682 del 06/11/2017)
Scadenza: Data apertura del bando diversificata per ciascuna ATS a partire dal 10 dicembre 2017. (Consultare i siti delle ATS) VEDI DECRETO   VEDI ALLEGATO
"Impresa Sicura” Edizione 2018 - Contributi per investimenti innovativi finalizzati all'incremento della sicurezza a favore delle micro e piccole imprese commerciali e artigiane (D.d.u.o. 27 ottobre 2017 - n. 13395 )
Scadenza: 21 dicembre 2017, ore 16:00 - Il contributo è concesso con procedura valutativa “a sportello” secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta e con graduatoria finale.    VEDI BANDO   VEDI ALLEGATO

Appuntamenti
Sabato 18 alle 14.30 a Milano, Largo Mahler: lancio della campagna per Gori Presidente.
Lunedì 21 dalle 12.30 alle 14.30 presidio contro i licenziamenti alla Canali, a Sovico via Lombardia 17; dalle 21,15 alle 23 su Telenova.
Giovedì 23 dalle 23 su Antenna Tre.
Sabato 25 dalle 9.30 a Monticello, Villa Greppi: progetti per il futuro delle Brianze; alle 15 Assemblea regionale Dems sulla legge di bilancio, a Milano presso il CAM Ponte delle Gabelle.

Enrico Brambilla

www.enricobrambilla.it 

A protezione della tua privacy:
1
.