LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 26 del 29 giugno 2013
Oggetto: LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 26 del 29 giugno 2013
Data invio: 2013-06-29 09:52:47
Invio #: 28
Contenuto:

 

logo  brambilla con

.
1

[DATE]

I primi cento giorni di Maroni
Il segretario regionale della CISL, Petteni, ha definito fallimentare il bilancio dei primi cento giorni della presidenza Maroni. Difficile dargli torto. A parte gli annunci, i fatti sin qui sono davvero pochi e nettamente al di sotto di ciò che la situazione richiederebbe. Non è ancora stata messa in campo alcuna nuova iniziativa. Il consiglio regionale in tre mesi ha prodotto quattro leggi. Una obbligatoria, sui tagli ai costi della politica, e tre di rinvio: sui Pgt dei comuni rinviati al 30 giugno, sulla riforma delle Aler e su quella del commercio, entrambe rinviate al 31 dicembre. Si naviga a vista, nell'attesa messianica della macroregione e di trattenere il 75% delle tasse. Intanto ci si dimentica di chiedere ciò che ai lavoratori lombardi serve per far fronte alla cassa integrazione in deroga: non il 17% assegnato ma il 22% spettante. Bobo, svegliati !

La settimana in Regione
Il consiglio regionale ha approvato la moratoria per i centri commerciali. Per sei mesi non potranno essere rilasciate nuove autorizzazioni e nemmeno, come richiesto dal Pdl, possibilità di ampliamento di quelle esistenti. È stato approvato un ordine del giorno presentato dal Pd che impegna a prevedere, in futuro, una programmazione degli insediamenti per area vasta, non limitata al solo comune. È stata poi la settimana delle nomine nelle società partecipate dalla Regione. La maggioranza ha fatto man bassa di posti per i propri fedelissimi. In particolare in Arpa, l'agenzia regionale per l'ambiente, per la prima volta su cinque componenti il CdA non è stato riconosciuto all'opposizione neppure un rappresentante. Alla presidenza Bruno Simini, già assessore della giunta Moratti a Milano.

Mantovani : vicepresidente, assessore alla sanità, coordinatore del Pdl e sindaco.
Mario Mantovani è il vice di Maroni, nonchè assessore alla sanità e coordinatore regionale del suo partito, il Pdl. Di lavoro ne ha da fare, considerato anche  l'impegno presumibile nelle aziende di famiglia che gestiscono case di riposo in tutta la Lombardia. In più vuole continuare a fare il Sindaco nel suo comune, Arconate. La legge non lo consente, ma Mantovani lo ritiene ingiusto. Con un accorato intervento ha cercato di convincere il Consiglio Regionale, che ha viceversa accertato l'incompatibilitá tra le due cariche.
Nulla da fare: la legge è chiara. L'unico risultato raggiunto, col suo temporeggiare, è il poter indossare per l'ultima volta la fascia tricolore domenica prossima all'inaugurazione del nuovo municipio.

Diario della crisi: la RSI di Costamasnaga
L'ex RSI  ( ora Costa Sistemi Ferroviari SPA ) produceva carrozze ferroviarie, curandone anche la manutenzione. È stata dichiarata fallita dal 1 maggio scorso. Il centinaio di lavoratori rimasti in azienda, dei circa quattrocento attivi fino a qualche anno fa, sono coperti dalla Cassa integrazione straordinaria fino al 30 aprile prossimo. Poi, in mancanza di sviluppi positivi, saranno licenziati. Si porrà così fine ad un'attività quasi centenaria, iniziata nel 1916. Il sito di Costamasnaga (Lecco) è particolarmente favorito dall'essere collocato lungo la ferrovia. Le maestranze mantengono elevate competenze. Mancano invece: un imprenditore capace ed una politica industriale che sostenga un settore importante come quello del trasporto su ferro.

L'assemblea annuale di Confindustria Monza
Nel gelo delle tribune dell'autodromo, nel piovoso pomeriggio di giovedì scorso si è tenuta l'annuale assemblea degli industriali brianzoli. Il neo-presidente Dell'Orto, pur giovane, non si è discostato dai canovacci delle relazioni dei suoi predecessori. Le colpe della crisi stanno sempre altrove, mai un'autocritica. Si accusa la politica ma si riverisce Maroni, che della politica degli ultimi quindici anni è stato protagonista. Incredibile poi la rivendicazione di una nuova legge Tremonti quale ricetta anticrisi. Quella legge è servita solo a drogare il mercato ed a riempire di capannoni ora in gran parte vuoti le nostre periferie. Eppoi oggi il problema non è abbattere gli utili per pagare meno tasse, ma riuscire a non chiudere in perdita. Confindustria Monza si vanta di essere la più vecchia d'Italia: e lo dimostra.

Appuntamenti
Settimana di feste democratiche in tutta la Brianza. Lunedì 1 luglio dibattiti a Lentate sul Seveso e Vimercate. Le feste proseguono anche a Nova Milanese, Brugherio, Bernareggio, Limbiate.
Venerdì 5 luglio dalle 11.30 alle 13.30 sono su Canale Italia Tv.

Enrico Brambilla

 

www.enricobrambilla.it

 

A protezione della tua privacy:

 

1
.