LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 47 del 21 dicembre 2013
Oggetto: LA NEWSLETTER DI ENRICO BRAMBILLA N. 47 del 21 dicembre 2013
Data invio: 2013-12-21 16:24:56
Invio #: 48
Contenuto:

 

logo  brambilla con
.
1

[DATE]

La settimana in Regione: approvata una legge PD per il lavoro
Non era mai successo che una legge proposta dal PD venisse approvata in Regione Lombardia. Mercoledì scorso il nostro progetto sui contratti di solidarietà, cui sono abbinate analoghe proposte di M5S e FI, è stato approvato all'unanimità. Si incentiva il ricorso alla solidarietà piuttosto che alla cassa integrazione, per mantenere i lavoratori attivi e salvaguardarne competenze e dignità personale. Il finanziamento deriva da tagli ai posti di dirigenza nella dotazione organica della giunta. È un provvedimento frutto anche dell'ascolto fatto in questi mesi di centinaia di lavoratori di aziende in crisi. Potrebbe però anche essere utilizzato in chiave espansiva, per favorire nuovi ingressi in azienda. Sono particolarmente soddisfatto essendone stato relatore in aula ed avendo dovuto condurre una trattativa non semplice con l'assessorato e con le altre forze politiche. Il testo della legge è sul mio sito.

Approvato anche il bilancio 2014
In settimana è stato anche approvato il bilancio di previsione, il primo della giunta Maroni. Nel mio intervento in aula ho evidenziato una doppia incongruenza. La prima, tra le promesse in campagna elettorale e la realtà dei fatti. Non c'è traccia infatti del 75% di tasse trattenute in Lombardia nè dei risparmi della MacroRegione. La Lombardia continua a dipendere da finanza derivata e Maroni litiga con il Veneto Tosi per chi debba pagare i treni interregionali sulla tratta Milano-Venezia. Ma la distanza più allarmante è quella tra la gravità della situazione sociale, che impone cambiamenti radicali, e l'ordinarietà di un bilancio privo di novità. Coi nostri emendamenti, tutti bocciati, abbiamo avanzato proposte concrete su quattro filoni: Lavoro, casa, sanità, ambiente.

Quanto costa il Consiglio Regionale
Il mantenimento del Consiglio Regionale della Lombardia costa circa 63 milioni. La spesa comprende gli emolumenti dei consiglieri, il personale dipendente, i trasferimenti ai gruppi consigliari, il mantenimento degli uffici, etc. Rispetto allo scorso anno la spesa è stata ridotta di circa 10 milioni, per via della legge sui tagli dei costi della politica. Ai gruppi consigliari, ad esempio, ora vanno in tutto circa 500 mila euro di cui al PD 100 mila. Servono per acquistare materiale di consumo, giornali, attrezzature, organizzare convegni ed iniziative e devono essere rigorosamente documentati e rendicontati. Fino allo scorso anno la spesa era quasi dieci volte superiore! Un costo significativo è dato dai vitalizi ai consiglieri cessati: circa 7 milioni e mezzo. I vitalizi ora sono abrogati, ma continuano ad essere corrisposti a chi già li aveva. Abbiamo proposto di applicare anche ad essi una riduzione, considerando il fatto che ora il fondo non viene più alimentato con contributi. Se ne parlerà in una riunione convocata per il 20 gennaio.

Ticket sanitari
L'avvio dell'applicazione dei costi standard in sanità ha prodotto un primo guadagno per Regione Lombardia di circa 40 milioni nella ripartizione del fondo sanitario nazionale. Il PD ha chiesto che venissero usati per abolire o diminuire i ticket sanitari per le famiglie a minor reddito. La soluzione adottata dalla giunta non ci soddisfa per nulla. Viene infatti abolito il ticket per chi ha più di 65 anni e meno di 18 mila euro di reddito. La Regione stima in 800.000 persone i potenziali destinatari dell'agevolazione. Considerato il fatto che l'esenzione già valeva al di sotto degli 11 mila euro, la stima di 800.000 persone (sui 10 milioni di abitanti) che siano ultra 66 anni e con reddito tra gli 11 ed i 18 mila euro appare eccessiva. Una rimodulazione secondo fasce reddituali sarebbe stata più incisiva.

Bandi Regionali
Riqualificazione Palestre scolastiche: contributi in conto capitale a fondo perduto per la riqualificazione delle palestre scolastiche di uso pubblico.
Beneficiari:  Comuni e  Province in qualità di proprietari delle palestre scolastiche esistenti
Scadenza: dalle ore 10 di lunedì 10 febbraio 2014, fino alle 16,30 di giovedì 13 marzo 2014

Auguri per un sereno Natale.

Enrico Brambilla

www.enricobrambilla.it

 

A protezione della tua privacy:
 
1
.