L'assessore regionale alla sicurezza Simona Bordonali (Lega Nord) ha condotto questa mattina un sopralluogo a Monza, insieme al candidato sindaco di centrodestra Dario Allevi, per verificare e denunciare lo stato di degrado di uno stabile di via Curtatone che sarebbe occupato da Rom. L'incursione dell'assessore è stata documentata con tanto di diretta video sul suo profilo Facebook, con lo scopo di documentare gli effetti a loro dire nefasti dell'amministrazione di centrosinistra guindata da Roberto Scanagatti. Lo stabile in questione, però, non è del comune ma dell'ospedale San Gerardo e dunque, per stessa ammissione di Bordonali ed Allevi, la responsabilità è della Regione, non del comune.

“La Bordonali si è coperta di ridicolo – attacca il capogruppo del Pd Enrico Brambilla - l'ansia di sostenere il candidato centrodestra l'ha fatta scivolare su una buccia di banana. Ora, da assessore alla sicurezza, dovrebbe dirci come mai quello stabile che è di sua diretta competenza diventi un problema solo oggi, a pochi giorni dal ballottaggio, e non lo sia stato prima. La verità è che al centrodestra i problemi piace lasciarli irrisolti per poi denunciarli con la fronte corrucciata. Bene, ci dovrà spiegare in Consiglio che cosa ha fatto sin qui per evitare il degrado che, da oggi, le pare intollerabile.”

Milano, 19 giugno 2017