“Se la Pedemontana dovesse effettivamente fallire sarebbe un problema enorme, anche sul piano finanziario, da cui sarebbe difficile uscire. La Regione tende però a scaricare su altri, soprattutto sullo Stato, le responsabilità della situazione attuale. Non è così, perché lo Stato ha fatto tutto quello che poteva fare, mettendo a disposizione un miliardo e mezzo di euro, tra contributi e defiscalizzazione, per un’opera che doveva essere basata sulla finanza di progetto e quindi sulla partecipazione dei privati. La giunta Maroni, piuttosto, non ha un piano, non sa letteralmente che strada prendere per portare a compimento degnamente una vicenda che ha segnato decenni di politica infrastrutturale della Regione.”

Così il capogruppo del Pd in Regione Enrico Brambilla dichiara dopo la risposta dell’assessore regionale alla mobilità Alessandro Sorte, questa mattina in Consiglio regionale, ad una sua interrogazione a risposta immediata sul rischio fallimento di Autostrada Pedemontana Lombarda, su richiesta della Procura della Repubblica di Milano.


Milano, 4 luglio 2017