Il gruppo regionale del Pd chiede che l'assessore al bilancio Massimo Garavaglia riferisca al Consiglio già martedì prossimo sul caso della Duomo Gpa, la società milanese incaricata della riscossione coattiva delle imposte regionali al posto di Equitalia e che è stata messa sotto indagine dalla Procura della Repubblica di Milano con l'ipotesi di associazione per delinquere finalizzata al peculato, truffa ai danni di enti pubblici e falso in bilancio. La tesi degli inquirenti è che i proventi delle riscossioni, che la società compie per diversi enti pubblici del centro e del nord Italia, non arrivassero a destinazione. Per questo la Procura ha disposto un sequestro di otto milioni di euro.

La riscossione coattiva riguarda soprattutto il bollo auto che, nel suo complesso, per la Regione Lombardia vale un introito di circa un miliardo su un bilancio di 23.
Così dichiara il capogruppo dem in Regione Enrico Brambilla: “La sostituzione dell'odiata Equitalia con un altro operatore era stata motivo d'orgoglio dell'amministrazione Maroni, un esempio della tanto agognata autonomia lombarda. Ora vorremmo capire se qualcosa è andato storto o se rischiamo di cadere dalla padella alla brace, anche perché stiamo parlando di cifre davvero importanti. L'assessore ci deve dire quanto prima se i soldi delle tasse regionali sono al sicuro oppure no.”

Milano, 7 luglio 2017