L'ultimo comunicato stampa

Corte dei Brevetti - BRAMBILLA (PD): “SI' DEL PD ALLA RISOLUZIONE. IMPORTANTE IL GIOCO DI SQUADRA”

Il Pd ha espresso voto positivo alla risoluzione in merito al trasferimento a Milano della divisione centrale della Corte dei Brevetti di Londra che chiede alla Giunta di operare, di concerto con Governo, Città metropolitana e Comune di Milano, favorendo il gioco di squadra portato avanti in occasione di EMA, affinché la sede venga collocata a Milano.

Leggi tutto...

Il Pd si è immediatamente attivato per richiedere un'audizione urgente in commissione consiliare, non appena appreso della volontà di chiusura dello stabilimento di Carate Brianza, con cui la storica casa che veste anche i divi di Hollywood annunciava che avrebbe licenziato decine di lavoratori, in gran parte donne.
La Canali spa, fondata in Brianza e oggi alla terza generazione, con all'attivo migliaia di punti vendita nel mondo, per ragioni di razionalizzazione e senza alcuna evidenza di difficoltà finanziaria, né problemi di liquidità ha ribadito oggi alla presenza dei commissari di voler procedere verso i licenziamenti.

Leggi tutto...

Il gruppo consiliare regionale del PD della Lombardia ha programmato per giovedì 16 novembre una giornata di mobilitazione nelle stazioni ferroviarie per promuovere un'azione di vicinanza ai problemi dei pendolari, di protesta nei confronti di un servizio ferroviario regionale che riteniamo inadeguato e di proposte per una sua migliore organizzazione.
 
“Per quanto riguarda la provincia di Monza – annunciano i consiglieri del Pd Enrico Brambilla e Laura Barzaghi - effettueremo un presidio nelle stazioni di Carnate, Monza, Varedo e Palazzolo dalle ore 7 alle ore 8,30”.

Leggi tutto...

“Noi siamo convintamente regionalisti e il nostro voto a favore serve ad attuare una parte della Costituzione voluta nel 2001 dal centrosinistra. Deve essere però chiaro che lo scopo di questo percorso è la necessità di riformare profondamente la spesa pubblica nel suo complesso e di far ripartire il processo riformatore dello Stato che è fallito con il referendum costituzionale dello scorso dicembre, questa volta partendo dal basso. Sarà un percorso lungo e articolato, che purtroppo parte solo ora, a legislatura regionale e nazionale agli sgoccioli, per la scelta di Maroni di andare a tutti i costi a referendum.”

Leggi tutto...

"Abbiamo approvato a larga maggioranza una risoluzione che ha guadagnato elementi positivi e che ha perso quelli di propaganda, a riprova che per avviare la trattativa non serviva organizzare il referendum ma bastava un voto in Consiglio. Rispetto alla bozza iniziale abbiamo introdotto la valorizzazione del ruolo di Città metropolitana, Province e Comuni, abbiamo smorzato la competenza esclusiva regionale sulle politiche del lavoro e tolto l'albo regionale degli insegnanti e la spinta ideologica sulla parità scolastica. Anche la pretesa di chiedere autonomia su tutte e ventitré le materie è stata moderata da una definizione di priorità, e ciò ne fa una base più seria per la trattativa che verrà e che sarà lunga e articolata. Certo, se fossimo partiti quattro anni fa ora saremmo alla fine del percorso "

Leggi tutto...

“Il Partito Democratico darà il proprio contributo alla costruzione della risoluzione che la Regione avanzerà per la richiesta di maggiore autonomia, ben sapendo che la trattativa sarà lunga e complessa e che la fretta con cui si deve ora lavorare è responsabilità di Maroni che ha scelto lo strumento del referendum e di convocarlo a ridosso delle elezioni. Staremo al tavolo perché noi siamo convintamente a favore del regionalismo differenziato, ma chiediamo che la risoluzione non sia una lista della spesa ma un documento che focalizza le priorità e tra queste le prime sono quelle che deve consentire alla Regione di competere al meglio con le altre realtà europee”.

Leggi tutto...

“Il gruppo del Partito Democratico valuterà lunedì l'atteggiamento relativo alla bozza di risoluzione predisposta dalla Giunta regionale, dopo averla debitamente approfondita al suo interno e dopo la discussione che si terrà in direzione regionale nel pomeriggio stesso. Abbiamo chiesto tuttavia che le materie siano aggregate in aree di intervento e che siano perlomeno identificate delle priorità. Abbiamo anche chiesto che la risoluzione sia ripulita da affermazioni propagandistiche e che attengono ai programmi politici più che ai rapporti tra Stato e Regioni. Abbiamo inoltre sostenuto, vista la necessità di comprimere questa fase di discussione per agganciare il percorso già intrapreso dall'Emilia-Romagna, che il Consiglio possa entrare nel merito delle proposte in una seconda fase, quando la trattativa avrà preso il via.”

Leggi tutto...

Sono state audite oggi in Commissione Attività produttive le rappresentanze sindacali, territoriali e aziendali di Nokia di Vimercate, a seguito della lunga e complicata procedura di licenziamenti messa in atto dall'azienda che dal 2016, dopo l'acquisizione di Alcatel, ha avviato una pesante ristrutturazione.

Leggi tutto...

“Siamo ridotti adesso a comprimere in dieci giorni il lavoro che non è stato fatto in quattro anni. Siamo arrivati fin qua per capire che è bene seguire l'impostazione dell'Emilia Romagna. Se si tratta di proporre un nuovo modello di regionalismo il Pd è pronto a dare il proprio contributo, a condizione che la proposta sia frutto di un lavoro serio e condiviso.”

Leggi tutto...