L'ultimo comunicato stampa

Commercio - BRAMBILLA (PD): “DALLA GIUNTA MARONI POLITICHE PROGRAMMATORIE INESISTENTI. SI POTEVA FARE DI PIU' PER VALORIZZARE I PICCOLI NEGOZI"

Una moratoria praticamente inefficace della durata di soli sei mesi e delle linee guida del commercio che non hanno mai tenuto conto realmente del principio programmatorio su aree vaste. E' di questo che si parla quando si parla di commercio e di centri commerciali in Lombardia, secondo il capogruppo Pd Enrico Brambilla che raccoglie il grido di dolore lanciato oggi ai gruppi politici e alle istituzioni regionali da Confesercenti Lombardia che lamenta la perdita di 12mila negozi. Leggi tutto...

“Maroni lamenta tagli insostenibili e poi annuncia piani straordinari per centinaia di milioni, c’è qualcosa che non torna. La realtà è che il Governo ha stanziato due miliardi in più per la sanità e la Lombardia utilizzerà la sua quota. Ormai è chiaro che il presidente accusa il governo per giustificare il fatto che non abolirà i ticket sanitari e non cancellerà il bollo auto, come aveva boriosamente promesso. Tutte quelle risorse non ci sono oggi e non c’erano quando al governo sedeva Maroni. Ai Lombardi bisognerebbe dire le cose come stanno, non illuderli con false promesse irrealizzabili.”

Leggi tutto...

“Il sostanziale fallimento dello sconto sul bollo auto dimostra ancora una volta che la Regione utilizza misure più efficaci sul piano della comunicazione che su quello della sostanza. Dimostra anche che le risorse ci sarebbero e che andrebbero utilizzate meglio, anziché continuare ad accusare Roma di non trasferire soldi a sufficienza. Ma lo sconto sul bollo non va rottamato, va adeguato con quelle correzioni che possono renderlo appetibile anche per chi, per ragioni economiche, intende acquistare un usato o un chilometri zero ugualmente poco inquinante del nuovo”.

Leggi tutto...

Più trasporto pubblico locale, maggiori incentivi per i filtri per i vecchi diesel e la sostituzione delle caldaie e adesione obbligatoria per tutti i Comuni. “I sindaci dell’Anci avrebbero voluto vedere anche questo nel Protocollo di collaborazione sull’aria che hanno firmato questa mattina con Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e Arpa”, commenta Enrico Brambilla, capogruppo Pd in Consiglio regionale.

Leggi tutto...

“Non è giusto anticipare alcuna conclusione: l'assessore Garavaglia avrà la possibilità di dimostrare davanti a un giudice di aver agito correttamente. Se così sarà, saremo lieti per lui e per questa Regione che ha vissuto troppi episodi negativi da cui fatica a rialzarsi.

Leggi tutto...

“A nome mio e del gruppo regionale auguro ad Umberto buona fortuna e buon lavoro per l’importante incarico a cui sarà a breve chiamato. Sono certo che la passione civile che abbiamo conosciuto e apprezzato sarà la sua guida anche in questo nuovo impegno. Con lui abbiamo vissuto l’appassionante ma sfortunata sfida elettorale del 2013 e abbiamo condiviso tre anni di lavoro in Consiglio regionale. Ora si apre il percorso che porta a Lombardia 2018 e siamo certi che, nei limiti della correttezza che il ruolo richiede, darà ancora al Pd e al centrosinistra il proprio supporto”..”

Leggi tutto...

“Apprezziamo il cambio di passo che si sta profilando con la presidenza di Di Pietro, che da un lato ci fa dire che si sono persi mesi preziosi e dall'altro che le principali questioni riguardanti la sostenibilità di Pedemontana sono ancora tutte aperte. Non ci sono ancora state novità rilevanti e il piano finanziario è ancora costruito su flussi di traffico che si sono dimostrati non realistici. Continuiamo a ritenere necessaria un'attività di revisione del progetto senza però venire meno agli impegni presi con il territorio.”

Leggi tutto...

Il Partito Democratico annuncia una interrogazione in Regione sul caso dei finanziamenti a Chili, l'azienda dell'ex candidato sindaco del centrodestra a Milano Stefano Parisi. L'interrogazione potrebbe essere discussa in Consiglio regionale già il 6 settembre, alla ripresa dei lavori d'Aula.

Leggi tutto...

Nell’ambito della discussione e della votazione della legge di riordino della cultura, tenutesi questo pomeriggio, in Consiglio regionale, sono state abrogate e accorpate diverse leggi preesistenti. Tra queste quella, risalente al 1985, che si impegnava a sostenere l’Istituto lombardo per la storia del movimento di Liberazione. Il Gruppo del Pd ha presentato un ordine del giorno che chiedeva di garantire comunque continuità e sostegno affinché la conoscenza e la storia depositate presso l’istituzione non venissero disperse, visto che possiede uno degli archivi di documentazione attinente la lotta per la Liberazione nazionale più prestigiosi non solo della Lombardia, ma anche del Paese.

Leggi tutto...